La puntura di Letta


Il governo fa la cresta sull’elemosina. Rinvia l’aumento dell’Iva che costa 2 miliardi, ma se ne fa anticipare 2,6 da imprese e lavoratori autonomi in acconti Irpef e Ires. Esige dai datori di lavoro un aumento netto dell’occupazione a tempo indeterminato in cambio di un terzo della retribuzione lorda dei nuovi assunti, fino a 650 euro, per diciotto mesi. Letta vuole incidere su un economia di 2000 miliardi di euro con una puntura di un miliardo e mezzo. Anzi vuole farcelo credere. Che è peggio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Stato e società e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...